Prince ha pronta la sua biografia ufficiale

 

Dovrebbe intitolarsi “The Beautiful Ones” e la pubblicazione è in programma per il prossimo anno. Stiamo parlando della biografia ufficiale di Prince che, secondo le prime dichiarazioni rilasciate ieri in occasione di un evento a New York, dovrebbero narrare la sua vita dai suoi primi ricordi sino agli inizi del 2007. Speriamo solo in due cose: che non succeda come per tanti album o dvd annunciati e mai distribuiti e che ci sia una corretta traduzione in italiano!

Fonte:
pitchfork.com
blogs.wsj.com

…..


 

Prince Announces Memoir

The Purple One’s first original book is scheduled for release autumn 2017

by Matthew Strauss on pitchfork.com

…..

Prince has announced that he is writing a memoir. The book is scheduled for release in fall 2017 via Spiegel & Grau (a Random House imprint). It will be Prince’s first original book. It’s described as “an unconventional and poetic journey through his life and creative work – from the family that shaped him and the people, places, and ideas that fired his creative imagination, to the stories behind the music that changed the world,” in a press release. Update (3/18, 9:18 p.m.): Tonight at a press conference in New York, Prince announced the title of his memoir will be The Beautiful Ones (which is also the name of a Purple Raintrack). He said it will span from his first memory to when he played the Super Bowl XLI halftime show in 2007.

Also in the press release, Spiegel & Grau Executive Editor Chris Jackson said:

Prince is a towering figure in global culture and his music has been the soundtrack for untold numbers of people—including me—for more than a generation; his creative genius has provided the musical landscape of our lives. Millions of words have been written about Prince—books and articles, essays and criticism—but we’re thrilled to be publishing Prince’s powerful reflections on his own life in his own incandescently vivid, witty, and poetic voice.

Prince will certainly have stories to tell in his memoir. We sure hope his story about the time he replaced a ?uestlove DJ set with a DVD showing of Finding Nemo is in there.

Yesterday, a bunch of Prince goodies (like his engagement ring, rare recordings, and more) were put up for auction. He released two albums last year: HITNRUN Phase One and HITNRUN Phase Two.

Read our new feature “Everybody Is a Star” about Minneapolis venue First Avenue, where Prince came up in the ’80s. Also check out some of his riders and guest lists on the Pitch.

 

 

….

Prince da il via al suo “Piano & A Microphone Tour”

Questa settimana è iniziato il Piano & A Microphone Tour 2016. Le prime due date di Melbourne sono purtroppo coincise con l’annuncio della scomparsa di Vanity, amica ed ex fidanzata di Prince. L’attrice e cantante è deceduta a causa di complicazioni renali dovute alla malattia che l’ha colpita alcuni anni fa. Prince le ha reso omaggio dedicandole alcuni dei brani suonati. “Grazie a tutti per essere così pazienti … è davvero difficile per me stasera”. Con questa frase ha introdotto The Beautiful Ones interpretata da Prince sino all’invocazione finale dove si è rivolto a Vanity chiamandola con il suo vero nome Denise, per poi concludere con un bacio soffiato al cielo. Il suo nome ha poi sostituito quello di Electra in The Ladder.
Dal punto di vista musicale il concerto è a tutti gli effetti un one-man show. Prince era solo sul palco. Con lui il lucido pianoforte a coda, qualche candela e dei tappeti. Alle sue spalle immagini caleidoscopiche proiettate per tutta la durata dei concerti. In media novanta minuti, compresa la breve interruzione dovuta al placcaggio da parte della security, di fans saliti sul palco. I brani proposti rappresentano al meglio tutta la sua carriera. Dai più datati I Wanna Be Your Lover o Dirty Mind sino hai recenti Big City, 1000 X’s & O’s e Black Muse passando attraverso i successi degli anni ’90 di The Max, The Love We Make o Diamonds And Pearls. Tutti suonati al pianoforte. Anche un classico come Purple Rain, che per tradizione viene proposta con un assolo di chitarra, qui è stato interpretato con estemporanea improvvisazione. Spesso le canzoni sono state anticipate da un breve commento o accompagnate da battute e smorfie, come nel caso di Batman una delle prima canzoni che Prince dice di aver imparate a suonare da bambino o per Over The Rainbow colonna sonora di Il Mago di OZ, film che sembra averlo particolarmente colpito.
Ora possiamo dirlo. Prince ha vinto la sfida con se stesso e l’individualità. In passato lo abbiamo sempre visto sul palco in compagnia di ottimi musicisti, ma con questo nuovo show ha avuto modo di mostrarci tutta la sua solitaria genialità, senza rimetterci in armonia e ritmo. Sicuramente un’occasione per farsi apprezzare anche da chi lo ha sempre considerato un artista schivo e riservato.
Quattro i concerti di Melbourne tutti allo State Theatre, suddivisi in due date. Ogni sera doppio appuntamento: un primo concerto alle 18.30 il secondo alle 22.00.
Stessa formula prevista per questo fine settimana alla Sydney Opera House per poi proseguire il suo viaggio in Nuova Zelanda.

A seguire alcune immagini che testimoniano gli avvenimenti.

 

Link
panorama.it
heraldsun.com.audailymail.co.uk
heraldsun.com.au
au.news.yahoo.com
myfavouritesweets.wordpress.com

 

……

Il tour book che accompagnò i 98 shows del “Purple Rain Tour 1984-85”

Trent’anni di Purple Rain. Dopo la pubblicazione dell’album e l’uscita dell’omonimo film, il 4 novembre del 1984 iniziava da Detroit il “Prince And The Revolution Tour 1984-1985”. In compagnia della special guest Sheila E., Prince si esibì per un totale di 98 shows che richiamarono un numero complessivo di 1.7 millioni di spettatori paganti. L’ultimo concerto fu quello di Miani del 7 aprile 1985. 

Per celebrare l’evento eccovi le immagini del tour book che accompagnò gli spettacoli.

Fonte:
anotherprinceblogholenyohead.
princevault.com

 


Tour Book details


Designer:  Reiner Design Consultant. Inc – Fran Reinfeld / Roger Gorman
Photograph Credits:  Larry Williams, Nancy Bundt, Geoffrey Thomas, Jakie Sallow, Bruce Mosher, Larry Williams,  Water Productions, Inc. and Warner Bros. Inc
Country :  USA
Printed : 1984
Pages :    28
Dimensions : 330 x 300 mm

The tour book design fundamentally draws upon artwork and typography from the Purple Rain project, incorporating art used on the album and various single releases, together with stills from the film. Other backgrounds of lace, feathers and paisley design complement the project themes.  The front cover title lettering is embossed and reads, Prince and the Revolution 1984-85 World Tour. Credits and a list of acknowledgments feature on the inside front cover.   Several pages are devoted to pictures and hand-written, signed messages from Prince and each member of the Revolution, as well as bodyguard, Chick Huntsberry.  Other photographs are mostly of Prince, together with two of his dove, Divinity. One double spread has the opening lines to the song, Around The World In A Day on notepaper in Prince’s handwriting.  Another double spread displays the front cover of each of Prince‘s album releases to date together with tracklistings.  All stills from the film, Purple Rain, are copyright credited as © 1984 Water Productions, Inc and Warner Bros, Inc.. Others are individually credited to the photographer, and copyrighted as © 1984 PRN Productions, Inc..


Trent’anni di “Purple Rain”. Inutili i commenti, bisogna solo ascoltare e vede!

purple-rain-movie-poster-1984-1020725364

Volevamo celebrare i trent’anni di “Purple Rain” rievocando la storia dell’album, ma ci siamo resi conto che il nostro racconto si sarebbe aggiunto alla tante pagine che si trovano in rete. Facendo una semplice ricerca in Google troviamo qualsiasi tipo d’informazione:  quando è stato realizzato, registrato, composto, pubblicato, interviste, recensioni, le copie vendute, gli oscar vinti, chi ha collaborato e siamo sicuri che se cercate bene anche quante volte Prince è andato in bagno durante la sua realizzazione. A fronte di tale risultato, cosa avremmo mai poter aggiungere? Cosa dire di più? Quali informazioni o curiosità potremmo mai raccontarvi che non siano già state scritte? Nessuna se non un breve e semplice consiglio.

Non limitatevi alla sola “Purple Rain”. L’album non è solo “Purple Rain”. Abbiamo “I Would Die 4”, “The Beautiful Ones” e “Darling Nikki” canzoni importanti e significative tanto quanto la title track. Il nostro suggerimento è quello di ascoltare prima l’intero album e poi riascoltare le canzoni guardando il film. I brani prenderanno una forma musicale distinta, una melodia ed un significato differente. Esplosive ed esaltante invece le sensazioni che vivrete se avrete occasione di ascoltare gli stessi titoli live, in occasione di un concerto di Prince. Se l’album è considerato una pietra miliare della musica rock e pop ci sarà un motivo!

………..

“The Beautiful Ones” – Film

…………

“The Beautiful Ones” – Live